Scontro auto scooter sulla Tosco Romagnola. Muore il volontario Antonio Lorenzini

PISA – Nel pomeriggio di oggi è deceduto il volontario Antonio Lorenzini a seguito di un tragico incidente stradale sulla Tosco Romagnola, in zona Putignano davanti al discount Tuodi.

Da subito le condizioni dell’uomo sono sembrate gravi. L’impatto è stato fortissimo. allo scooter si è scontrata con una macchina Honda grigio fume guadata da una donna. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale, transennando tutta la zona.

In serata è arrivato alla nostra redazione il comunicato della Pubblica Assustenza: “L’Associazione e tutti i volontari si uniscono al dolore della sua famiglia. Antonio, con la sua lunga militanza nell’Associazione, è sempre stato in prima linea per dare una mano a tutti quelli che ne avevano bisogno, specialmente in occasione di calamità, contribuendo a formare ed a far crescere centinaia di volontari che insieme a lui hanno prestato la loro opera nell’Associazione. Da volontario ha ricoperto importanti incarichi nell’Associazione come membro del Consiglio Direttivo e Responsabile della Protezione Civile e ha dato il suo contributo a tutto il movimento come Responsabile del Settore Protezione Civile e Antincendio Boschivo della Zona Pisana di ANPAS Toscana. Ciao Antonio, il tuo impegno e la tua dedizione saranno sempre di esempio per noi e il ricordo di te rimarrà indelebile nei nostri cuori”.

LE PAROLE DELL’ON. PAOLO FONTANELLI. E’ una notizia profondamente dolorosa – afferma l’ex primo cittadino pisano e oggi deputato questore della Camera Paolo Fontanelli –, avevo avuto modo di collaborare con Antonio Lorenzini quando ero Sindaco di Pisa e ne ho conosciuto e apprezzato le doti. Era una persona molto seria e competente, un vero punto di riferimento non solo per la Pubblica Assistenza, ma per tutta la Protezione Civile pisana. Persone come Antonio sono di strategica importanza in questi ambiti, dove servono una particolare preparazione, capacità organizzative e razionalità, ma anche grandi profondità umana e disposizione verso il prossimo: requisiti che Antonio rispettava in pieno. Partecipo con commozione al dolore dei familiari e dei volontari e addetti della Pubblica Assistenza. Il panorama della Protezione civile ha perso molto, perché sono proprio persone come Antonio Lorenzini ad animarla.

By