Gennaro Gattuso: “Difficile fare calcio in questo modo. Ma con la Lucchese voglio la grinta di Ferrara”

PISA – Alla vigilia del derby contro la Lucchese mister Gennaro Gattuso si presenta davanti a microfoni e taccuini nella sala stampa dell’Arena e parla della, gara con i rossoneri e delle problematiche societarie.

di Antonio Tognoli

“È stata una settimana in cui abbiamo speso tanto, diversi giocatori non si sono allenati con continuità, non vi nego che domani dovrò essere bravo a fare delle scelte perché molti giocatori hanno diversi acciacchi”.

“Non deve mai mancare la compattezza e la voglia di aiutarci in 90′, questa squadra mi fa star tranquillo, perché quando si allena riesce a scacciare quello che ogni giorno esce sui giornali che riguarda la società”.

“Sto cercando di tenere lontano dai problemi societari la squadra, molti giocatori li ho voluti qua io e verso di loro ho molte responsabilità. Io dentro lo spogliatoio non voglio sentire discorsi, voglio una squadra che lotta. Dall’altra parte so che tutti i giorni stanno cercando fino a notte fonda di risolvere i problemi societari”.

“La Lucchese ha molti giocatori giovani che per la prima volta giocano in Lega Pro, giocano con il tre quartista e due punte, Lopez gli ha dato una sua identità in queste ultime due partite ed è un buon allenatore”.

“Non e facile fare calcio in questo modo. Vorrei lavorare nella maniera migliore possibile, quando ogni giorno ti svegli e ne leggi sempre una nuova. La chiarezza in questo momento e’ la cosa che manca. Dopo che abbiamo perso a Savona e’ uscita la prima bomba, quando abbiamo perso con il Siena un altra, dopo la vittoria con la Spal un altra ancora e ora prima di una partita importante ci mancavano soltanto le Guardie di Città a rompere i coglioni, la prossima settimana ci sarà qualcun altro. Vediamo dove vogliamo arrivare. Per risolvere i problemi ci si trova in una stanza chiusa e si risolvono. C’è qualcuno che sta facendo la regia occulta a questo teatrino e questa cosa non mi piace perchè alla fine ci va di mezzo il lavoro mio e della squadra, e la gente non riesce neanche a godersi quanto di buono stiamo facendo sul campo. Bisogna Smettere per il bene del Pisa di fare certi giochetti perché stanno facendo quello io vedo cosa succede e questo non mi piace. Alla fine mi sembra che ci stiamo dando delle martellate nelle parti basse. Sono incazzato nero – conclude Gattuso – ma nero davvero. Ho una rabbia dentro di me tremenda. Ci sono persone che mi hanno dato una grande mano che al momento vedo tristi e che per questo non possono chiedere il massimo da loro che stanno soffrendo per mille euro al mese”.

By