Freddo e anziani: il numero verde per informazioni e aiuto

PISA – Temperature minime di poco sopra lo zero, caldaie accese e zuppe calde: la stagione invernale è ormai alle porte e Pisa, con la Società della Salute, mette in campo una serie di servizi per aiutare gli anziani. A partire dalle cure domiciliari di prossimità: monitoraggio continuo tutto l’anno particolarmente utili nei mesi freddi, telefonate a domicilio e consegna di pacchi spesa, pasti e farmaci, accompagnamento in uffici e ambulatori. E con Serena Informazioni, numero verde gratuito (800 086540) gestito dalla Uildm, sono a portata di cornetta tutte le informazioni sui servizi rivolti ad anziani e non autosufficienti : assistenza infermieristica, telesoccorso, prelievi a casa, trasporti, badanti. Per accedere ai servizi i diretti interessati, i loro familiari o conoscenti delegati, si possono rivolgere ad uno dei cinque Punti Insieme dislocati sul territorio.

I consigli di tutti i giorni per combattere il freddo
1-Guardare le previsioni meteo quando si decide di uscire.
2-Attenti a possibili lastre di ghiaccio per terra
3-Controllare la temperatura degli ambienti, regolandola sul valore ottimale di 19-22 gradi
4-Evitare la dispersione di calore: sigillare se necessario le finestre per evitare spifferi di freddo
5-Evitare che l’aria diventi troppo secca: umidificare gli ambienti, riempiendo d’acqua le apposite vaschette dei radiatori
6-Rispettare l’aderenza totale alle terapie: assumendo i farmaci secondo le prescrizione medica ed evitando abusi
7-Assumere pasti e bevande calde

Le schede dei servizi della Società della Salute per gli anziani

Tutte le informazioni a portata di cornetta con “Serena Informazioni”, il numero verde gratuito (800 086540) gestito dalla Uildm che consente di conoscere tutte le informazioni relative ai servizi della Società della Salute rivolti agli anziani e non autosufficienti della Zona Pisana: dal supporto domiciliare ai prelievi di sangue a casa, passando per l’assistenza infermieristica, il telesoccorso, i trasporti sanitari e sociali, le modalità di accesso alle strutture dedicate alla riabilitazione e alla socializzazione delle persone affette da demenza senile e Alzheimer, le badanti accreditate dal servizio pubblico e i centri per la terza età maggiormente dedicati allo svago e all’intrattenimento. Dal lunedì al venerdi, dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 18 risponde l’operatore. 24 ore su 24 si possono lasciare messaggi per essere richiamati appena possibile. Per le emergenze bisogna sempre e comunque chiamare il 118.
Telefonate a domicilio e consegna di pacchi spesa, pasti e farmaci, accompagnamento in uffici e ambulatori. Compagnia a casa e in centri vicino casa e un monitoraggio continuo particolarmente utile nel periodo di freddo invernale. Si chiamano “cure domiciliari di prossimità” e sono realizzate dalla Società della Salute della Zona Pisana in collaborazione con le realtà del volontariato e del terzo settore. L’accesso avviene rivolgendosi ai Punti Insieme o all’assistente sociale. Nel 2011 gli utenti nell’area pisana sono stati 502. E’ uno dei servizi più richiesti.
Per accedere ai servizi, familiari, conoscenti, operatori e gli stessi interessati possono chiamare o recarsi in uno dei cinque “Punti Insieme” dislocati su tutto il territorio pisano. Un gruppo di operatori qualificati provvede a valutare la situazione specifica per definire un piano assistenziale personalizzato con cui poter accedere ai servizi.

By