Festa della Polizia il 18 Maggio. Il Silp Cgil auspica sobrietà

PISA – Nell’ esprimere soddisfazione per la decisione presa dal neo Presidente del Consiglio Enrico Letta di concerto con la Presidenza della Repubblica in merito ad un importante ridimensionamento delle spese previste per la celebrazioni relative alla Festa della Repubblica del prossimo 2 giugno, questa organizzazione Sindacale auspica analoga decisione anche per quanto riguarda la prossima Festa della Polizia.

Un auspicio per una Festa della Polizia con meno fasti pomposi e con più concretezza in un ottica di vicinanza dell’ Istituzione ai cittadini all’insegna della sobrietà come indicato dal Governo ed in particolare come, reso necessario dalla grave congiuntura sociale ed economica del Paese.

Sempre nell’ottica di sobrietà indicata a livello istituzionale il Silp si auspica un utilizzo del personale della Polizia di Stato adeguato al minimo necessario per parate o riti, mantenendo i poliziotti nelle loro mansioni quotidiane al concreto servizio della cittadinanza.

Segretario regionale SILP per la CGIL Marco Noero

Auspicavo che tutti i Questori della Repubblica, in linea con il pensiero del Presidente Napolitano raccogliessero tale principio/invito alla sobrietà anche per le cerimonie della prossima Festa della Polizia – prosegue il segretario di Pisa – ma purtroppo calandoci nella realtà pisana rileviamo che la Questura di Pisa, per prepararsi alla festa della polizia del 18 maggio ha organizzato ben tre prove di preparazione alla cerimonia a ciascuna delle quali parteciperanno 36 colleghi provenienti anche dalle specialità e dai Commissariati P.S. di Pontedera (6 operatori) e Volterra (6 operatori).

Condividerete che questo non significa affatto sobrietà tanto più che se ci guardiamo intorno vediamo che da pochi giorni è stato deciso che per garantire la presenza della volante dei Commissariati nei turni serali e notturni, se necessario, il piantone/centra linista/operato re radio, dovrà chiudersi alle spalle la porta del Commissariato e uscire nonostante si creino tutte quelle problematiche che abbiamo segnalato dettagliatament e. Per non parlare poi dei problemi di organici di cui da sempre soffre l’UPGSP e l’USG della Questura.

Ah un’ultima cosa! Evidenzio che il pomeriggio del medesimo giorno della Festa della Polizia vi sarà la nota manifestazione nazionale “CANAPISA” che richiede un massiccio nostro impiego in ordine pubblico.

Io credo comunque che queste nostre cerimonie autoreferenziali possono essere concentrate in una unica da svolgersi nel capoluogo di Regione se non a Roma. Ma questo è un mio pensiero.

By