Ferragosto di fuoco per la Polizia tra inseguimenti, fermi e denunce

PISA – Come in America: Ferragosto è stato per la Polizia di Stato un giorno caldo all’insegna di inseguimenti, arresti e denunce. Con una conferenza stampa nella sede della Questura il Dott. Luigi Schettino, dirigente delle Volanti ha fatto il punto sugli interventi fatti nella giornata di ieri.

Sul canale YOU TUBE di Pisanews uno stralcio della conferenza stampa dell’operazione della Polizia di Stato “Ferragosto Sicuro”

“A fronte dell’ondata di furti in città’ in questo periodo, complice il numeroso afflusso di turisti sotto la Torre e le ferie che portano i pisani fuori città, la Polizia ha reagito intensificando il controllo sul territorio”, così ha esordito presentandosi alla conferenza stampa il dirigente Luigi Schettino.

20140816-130529.jpg

AL MATTINO. La lunga giornata è iniziata ieri con controlli serrati nella zona della stazione e proprio a Pisa Centrale è stato fermato un cittadino macedone dall’aria sospetta. “L’abbiamo fermato per un controllo – continua Schettino – e abbiamo scoperto che era un pregiudicato con un foglio “di via” per tre anni dal Comune di Pisa e San Giuliano Terme. Come prassi, dopo l’individuazione, è stato obbligato a fare ritorno alla sua residenza a Pontedera”.

20140816-130836.jpg

NEL POMERIGGIO. Nel primo pomeriggio la Squadra Mobile è intervenuta nella zona di Via di Pratale, sorprendendo due uomini – uno di nazionalità algerina e l’altro di nazionalità marocchina – che stavano tentando il furto in un camper. Entrambi sono stato inseguiti dagli agenti di pubblica sicurezza: uno è stato arrestato mentre l’altro è riuscito a fuggire, ma essendo stato riconosciuto come pregiudicato con obbligo di firma, quando nel pomeriggio si è presentato regolarmente a firmare in Questura è stato denunciato per il tentato furto. Nell’inseguimento del suo complice un agente ha riportato lievi lesioni”.

20140816-130637.jpg

Ma la giornata di Ferragosto 2014 sarà ricordata dagli agenti di Polizia per l’inseguimento rocambolesco terminato a Pappiana. Una pattuglia alla guida di una Panda del parco macchine della Polizia di Pisa, ha inseguito fino a alla suddetta frazione di San Giuliano, due extracomunitari alla guida di una VWGolf, risultata truccata, a cui era stato intimato l’alt durante un controllo sulla strada nella zona di Via Pietrasantina. I due malviventi intorno alle 16.30 alla guida dell’autovettura con targa bulgara, non si sono fermati dietro richiesta degli agenti e sono partiti a velocità sostenuta in direzione Pontasserchio. Da qui è iniziato l’inseguimento, che si e’ protratto fino a quando i due, non conoscendo la zona, si sono intrappolati in una strada a fondo chiuso. La pattuglia ha tentato di bloccare ogni possibilità di fuga con il proprio mezzo ma i malviventi, ingranando la retromarcia, hanno sfondato lo sbarramento e si sono dati nuovamente alla fuga. Nell’urto l’agente passeggero della Panda ha sbattuto la testa contro il parabrezza, sfondandolo. In questo frangente la pattuglia ha chiesto rinforzi e ha quindi ripreso l’inseguimento, che si è concluso a Pappiana, quando il malvivente alla guida, perdendo il controllo del mezzo, ha terminato la sua folle corsa, contro il muro di una casa. Nell’urto sono scoppiati i due air bag della Golf: l’autista tramortito, è stato arrestato, mentre il complice ha tentato la fuga ed è stato inseguito dall’agente- ancora sanguinante a causa del precedentemente speronamento della Panda. I due malviventi sono stati identificati e risultano essere entrambi di nazionalità tunisina: quello alla guida è maggiorenne (nato nel 1979), mentre l’altro, minorenne compirà 18 anni a dicembre. Entrambi sono pregiudicati e risultano senza fissa dimora. Probabilmente non si sono fermati all’alt intimato della Polizia perché in possesso di refurtiva: sulla loro auto sono stati ritrovati un trolley con indumenti femminili (esito di un furto) e una valigia contenente apparecchiature elettroniche, tra cui un Gps, già restituito al legittimo proprietario.

20140816-140048.jpg

NELLA NOTTE. La lunga giornata ha avuto il il suo epilogo con l’arresto di una coppia di malviventi, notati da un cittadino a rigare le auto in sosta presso il parcheggio dell’Eurospin di Via Alessandro da Morrona. Le Volanti, giunte rapidamente sul posto, li ha sorpresi mentre tentavano di scassinare la cassa di un parchimetro. I due sono già conosciuti dalle forze dell’ordine in quanto entrambi tossicodipendenti e con precedenti: la donna, Antonietta Vaselli è una pisana di 36 anni, gncriminata in passato per furto; l’uomo, Talbi Chokri, ha 37 anni ed è di nazionalità tunisina. Durante la perquisizione personale effettuata è stato riscontrato che la donna deteneva un coltello a serramanico e 4,6 gr. di hashish.

You may also like

By