Fabio Buscaroli in esclusiva a Pisanews: “Spal-Pisa sarà una partita equilibrata fra due squadre che si scopriranno poco”

PISA – Nel giorno della sfida tra Spal e Pisa ha parlato in esclusiva a Pisanews, un altro doppio ex Fabio Buscaroli, che giunse all’ombra della Torre nel campionato di serie C 2011/12,  dove disputò 25 partite mettendo a segno 2 reti.

La sua ultima esperienza è stata alla proprio con la maglia della Spal in C/2, dove ha totalizzato 25 presenze con due reti. Buscaroli e’ nato il 26 maggio 1980 a Lugo in provincia di Ravenna, alto cm.1,80 per kg.75 ed ha iniziato dal Ravenna con cui ha militato fra i cadetti, per poi proseguire la carriera calcistica nel Foligno, Lumezzane, Spezia, oltre, appunto, a Pisa e Spal.

Pisanews ha contattato telefonicamente Buscaroli e lui si è reso disponibile con entusiasmo e con la cordialità tipica romagnola

Grazie, Fabio, per la disponibilità concessa a Pisanews per questa intervista, che stai facendo adesso?

“Sto allenandomi con una squadra di Eccellenza della provincia di Ravenna, il Massalombarda, in attesa di trovare un qualcosa di interessante”.

20141128-090946.jpg

FABIO BUSCAROLI CON DAVIDE VAGNATI (foto tratta da www.estense.com)

Hai avuto qualche proposta in merito?

“Proposte vere e proprie non le ho avute. Ho parlato con alcune società di Lega Pro che poi, però, hanno fatto altre scelte. Ho avuto diverse richieste dalla serie D, anche se sono in attesa di opportunità dalla Lega Pro”.

Fino allo scorso anno eri alla Spal, poi cosa è accaduto?

“La Spal ha cambiato allenatore ed ha fatto altre scelte, confermando solo quattro giocatori e lasciando liberi tutti gli altri, sottoscritto compreso, tutto qui”.

Ed invece il Pisa lo stai seguendo?

“Si, guardo i risultati della mia ex squadra, dei ragazzi che giocavano con me non c’è più nessuno, ma auguro ai nerazzurri di ritornare dove gli compete. Vedo che il Pisa ha costruito una squadra importante, e ciò è giusto, in quanto Pisa come piazza merita di ambire a traguardi prestigiosi”.

Chi conosci dell’attuale rosa della squadra nerazzurra?

“Personalmente, conosco bene Matteo Mandorlini con il quale ho giocato insieme nel Foligno, poi di fama, i vari Giovinco, Arma, Paci, Lisuzzo, Morrone, Iori, alcuni di loro li ho anche incrociati da avversari”.

Che ambiente troverà il Pisa al “Paolo Mazza” questa sera?

“Giocare a Ferrara per le squadre non e’ mai facile, ci sarà uno stadio pieno con una bella curva a livello di tifo”.

Che partita sarà secondo te?

“Vedo una partita equilibrata fra due squadre che si scopriranno poco. Se dovessi fare un pronostico opterei per la X”.

Sei stato a Pisa per un anno: quali ricordi porti con te dei tuoi trascorsi all’ombra della Torre?

“Un ricordo bellissimo, ci sono poche piazze calorose come quella pisana, poi Pisa è una città stupenda. Che dirti? Mi sarebbe piaciuto continuare lì la mia carriera di calciatore, ma, purtroppo, non è andata cosi”.

Ti è capitato di parlare dell’esperienza pisana con altri ex nerazzurri?

“Si, quando ero alla Spal, ne parlavo spesso con Davide Vagnati. Su Pisa, due chiacchiere si fanno sempre volentieri, perche a Pisa non si sta mai male”.

Vuoi salutare qualcuno che ricordi con piacere nella tua militanza pisana?

“Certo, Io e la mia famiglia ci teniamo a salutare Claudio e Marco Gavina ed Itana Ricci, che abbiamo nel cuore e che abbiamo conosciuto ancor prima di venire a Pisa, a loro vada il nostro sincero abbraccio”.

By