E’ partita la caccia alla zanzara gigante sul litorale pisano

PISA – S’intensifica la guerra alla zanzara gigante la cui proliferazione da qualche giorno sta creando non pochi disagi nelle località del Litorale pisano.

Già ieri pomeriggio (sabato 4 maggio) gli uomini dell’Ati Executive Clinner, la ditta incaricata delle disinfestazioni sul territorio comunale, saranno in azione sulle strade di Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone per verificare la presenza di larve nei tombini e nelle griglie, applicando l’apposito trattamento laddove necessario, e per comunicare, attraverso un capillare volantinaggio nei locali pubblici e nei luoghi d’aggregazione, ai cittadini e ai frequentatori della costa pisana le prossime tappe della guerra contro questa specie di zanzara.

L’attacco vero e proprio, ossia il trattamento adulticida d’emergenza necessario per eliminare anche gli insetti già adulti, infatti, sarà sferrato lunedi sera (6 maggio), una volta ottenuto il “via libera” del Parco, dato che l’intervento si concentrerà soprattutto nelle zone umide collocate prevalentemente nel territorio di competenza di quest’ultimo.

L’arrivo in massa delle Aedes Rusticus, questo il nome scientifico delle “zanzare giganti”, infatti, è conseguenza dell’inverno e della primavera più piovose degli ultimi 50 anni. Che è la condizione ottimale per il loro sviluppo dato che questi insetti depongono le uova proprio nelle zone umide del Parco dove si trasformano da larve a zanzara vera e propria, colonizzando poi il territorio vicino. Questi insetti muoiono nel mese di giugno per ricomparire in autunno, qualora la stagione lo consenta.

L’Ufficio Ambiente del Comune e la ditta incaricata delle disinfestazioni si erano accorti che a maggio non ci sarebbero stati problemi per le zanzare comuni e per la zanzara tigre e adesso, dopo in un incontro con i rappresentanti del Parco, sono in grado anche d’intervenire sulla zanzara gigante

You may also like

By