Dopo la protesta, il prefetto Tagliente bacchetta i bancarellai

PISA – Nel giorno della protesta il prefetto di Pisa Francesco Tagliente bacchetta i bancarellai impegnati nella loro protesta.

“Il diritto di manifestare le proprie opinioni e il proprio dissenso è e deve restare inviolabile, ma bisogna farlo rispettando le regole”. Lo ha detto il prefetto di Pisa, Francesco Tagliente, commentando la manifestazione di protesta messa in atto sdai bancarellai che vendono souvenir in piazza dei Miracoli durante la cerimonia di inaugurazione di piazza dei Cavalieri, riferendosi al fatto che si trattava di una manifestazione non autorizzata. “Mi dispiace che ci sia stata la mancanza del preavviso a tenere questa manifestazione – spiega Tagliente – perché l’inaugurazione della piazza si conosceva da tempo e il preavviso poteva essere presentato al questore come prevede la legge . La libertà di manifestare non è in discussione e questa non è solo una volontà costituzionale, ma anche un’intima convinzione di quanti sono chiamati, ciascuno nell’ambito della propria competenza al mantenimento dell’ordine pubblico. Si può legittimamente godere dei diritti solo se si ottempera ai doveri”. Il rischio concreto, anche se dalla questura per ora si sceglie la strada del silenzio, è quello che, in applicazione della legge, scattino denunce penali a carico dei promotori dell’iniziativa.

You may also like

By