Dipendenti del Comune, secchioni o fanulloni. Non si è mai contenti!

PISA – Riceviamo e pubblichiamo comunicato del Comitato iscritti a Fp-Cgil del Comune di Pisa riguardo all’articolo sul “Bonus”.

“Leggiamo l’articolo del 14 settembre sul “bonus” ricevuto dai dipendenti del comune di Pisa e restiamo perplessi … allora, o siamo fannulloni o siamo secchioni….non si è mai contenti!!!
A parte che il “bonus” è un preciso istituto contrattuale e che i dipendenti non sono 680, ma ormai meno di 640, risulta che l’OIV, cioè l’organismo super partes di valutazione, non ha avuto niente da eccepire sul riconoscimento salariale dei dipendenti, contrariamente all’indennità di risultato dei dirigenti, perciò…gratuite le allusioni e il tono sprezzante, proprio populista-demagogico. Dispiace fare sempre lo sconto dell’immagine falsa e distorta del dipendente comunale creata nell’opinione pubblica (e dispiace ancora di più che la stampa ne approfitti per interesse di cronaca e del far notizia!).

Questi secchioni o fannulloni, a seconda dell’interesse del momento, in realtà sono:
• dipendenti in numero sempre inferiore e sempre più anziani, senza ricambio ormai da anni…ora basta dire che siamo troppi, NON E’ PIU’ VERO!
• Hanno mansioni che si moltiplicano e si sommano.
• Fanno parte di uffici al collasso spesso in carenza di una guida dirigenziale competente e presente.
• Lavorano con scarsa, per non dire nulla, formazione
• Sono una delle poche categorie che ha solo la tredicesima
• hanno il contratto fermo da 7 anni….
• e il signor mario neri si diverte con le insolenze…

Perchè non si apprezza in positivo che i dipendenti del comune di Pisa lavorano con professionalità, pur fra le molte difficoltà, e questo viene riconosciuto a livello salariale come prevede il contratto, senza ricevere immeritate regalie?

Nell’articolo si sottolinea che 4 anni fa hanno preso voti più bassi e meno soldi… perché non ci si chiede quanti lavoratori in meno ci sono rispetto a 4 anni fa? Però i servizi non hanno chiuso….i servizi alla prima infanzia funzionano, la biblioteca anche… il servizio cimiteriale pure, i servizi demografici lo stesso, il giugno pisano continua…o no?

E se i dirigenti prendono l’indennità di risultato perchè hanno le referenze dei politici questo non si può dire dei lavoratori, che hanno obbiettivi spesso imposti senza un serio confronto nè colloquio gestionale e che raggiungono quasi sempre senza verifica degli strumenti e delle risorse a loro disposizione.

Perciò…sarebbe l’ora di finirla con i luoghi comuni, non fanno nemmeno più notizia e lasciamo a spiderman l’arrampicarsi sugli specchi.

COMITATO DEGLI ISCRITTI FP-CGIL COMUNE DI PISA

By