Dante 700, grande successo per le proiezioni della Divina Commedia sulle Torri di Larderello

POMARANCE – In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri che contraddistinguono questo anno, Comune di Pomarance ed Enel Green Power hanno reso omaggio al Sommo Poeta con l’evento speciale “Versan le vene le fumifere acque per li vapor che la terra ha nel ventre”, che si è svolto venerdì 10 settembre all’Arena geotermica di Larderello(refrigerante centrale 3), per poi concludersi con l’accensione delle spettacolari proiezioni di Inferno, Purgatorio e Paradiso sulle tre torri refrigeranti.

Dopo l’annuncio dei primi risultati con la presentazione dei bozzetti del Concorso di idee indetto dal Comune di Pomarance per la realizzazione del più ampio progetto “Inferno”, che prenderà vita all’interno di una delle torri refrigeranti messe a disposizione da Enel, e la bellissima presentazione del libro “Il cammin di nostra vita” di Luca Sommi, si è tenuta l’accensione della proiezione– progettata e realizzata da Enel X (la business line globale del Gruppo Enel che offre servizi per accelerare l’innovazione e guidare la transizione energetica) – delle immagini raffiguranti interpretazioni di Inferno, Purgatorio e Paradiso sulla superficie esterna delle tre torri refrigeranti della centrale di Larderello.

Per un intero anno (fino al 10 settembre 2022) al calar del sole su ognuna delle grandi torri, in cui il vapore viene raffreddato per tornare acqua e tornare nel sottosuolo per mantenere in equilibrio il ciclo geotermico, appariranno tre raffigurazioni dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso ottenuti con i dipinti realizzati per l’occasione dal pittore decoratore Vieri Panerai (che con i suoi bozzetti è risultato anche il vincitore del suddetto Concorso di idee): tre immagini di grande impatto frutto dell’interpretazione della Divina Commedia da parte di Panerai, al cui centro vi sono due corpi di uomo e di donna inizialmente ripiegati nell’egoismo e nel peccato e quindi incatenati all’infelicità delle fiamme e del ghiaccio infernale, per poi riassaporare la speranza nella redenzione del Purgatorio fino a riscoprire l’eternità della luce in quel Paradiso che libera anche i corpi nell’armonia delle forme, quasi come un percorso evolutivo e di liberazione personale che ognuno può compiere nella propria esistenza.

L’illuminazione architetturale fonde insieme arte, cultura e industria in uno spettacolo di luce unico che coniuga sostenibilità e illuminazione artistica. Si tratta, infatti, di un sistema di illuminazione scenografica a LED di ultima generazione che, attraverso la mappatura delle superfici delle torri, permetterà di proiettare immagini evocative e grafiche. La realizzazione artistica avvicina idealmente attraverso la geotermia il cielo e la terra, unite dalle torri refrigeranti che si slanciano in verticale e dal magma che nelle aree dal cuore caldo della Toscana è più vicino alla crosta terrestre, da cui fuoriescono fontane e volute di vapore, e dall’ingegno dell’uomo che quel vapore lo ha “domato” per riconsegnarlo all’acqua e alla terra proprio grazie alle torri, cosiddette “cattedrali dell’industria e del silenzio”. Un modo per ribadire lo stretto legame tra Dante e la Valle del Diavolo, probabile fonte di ispirazione dei paesaggi infernali della prima cantica della Divina Commedia.

Con questa bella e partecipata iniziativa – ha osservato la Sindaca Ilaria Bacci – abbiamo mostrato i primi risultati di mesi di lavoro che ci porteranno a realizzare un progetto culturale e turistico di assoluto livello. Ringrazio Enel Green Power per il supporto dato. Con gli esiti del concorso di idee per la realizzazione dell’ ‘Inferno’ possiamo davvero iniziare la fase esecutiva di un progetto che potrebbe portare sul territorio molti benefici. Intanto le meravigliose proiezioni sulle torri refrigeranti di Vieri Panerai ci accompagneranno ogni sera per un intero anno, illuminando le notti del nostro territorio con la luce e la bellezza della Divina Commedia”.

Siamo particolarmente felici – ha detto Luca Rossini, responsabile Geotermia Italia Enel Green Power – per questa collaborazione con il Comune di Pomarance che rappresenta un altro importante passo nel nostro percorso comune di valorizzazione della risorsa geotermica in chiave di turismo sostenibile, arte, storia e cultura. Un patrimonio di grande valore che merita di essere conosciuto e che ha trovato compimento in questa ricorrenza speciale dei 700 anni dalla morte di Dante, la cui ispirazione poetica è legata anche alle affascinanti terre dal cuore caldo di Larderello e della Toscana

L’Arena Geotermica è un palcoscenico unico al mondo realizzato nel 2017 da Enel Green Power all’interno di una vecchia torre di raffreddamento nell’area della centrale geotermica Nuova Larderello, già Larderello 3: uno scenario tanto originale quanto suggestivo, che collega gli elementi di archeologia industriale con una moderna concezione di teatro contemporaneo. Si tratta di un investimento significativo da parte di Enel Green Power per promuovere il turismo sostenibile e dotare uno dei territori simbolo della geotermia nel mondo di uno spazio identificativo di questa energia pulita e rinnovabile, che è stato possibile realizzare grazie alla collaborazione con il Comune di Pomarance, da anni impegnato per la valorizzazione storica, culturale e artistica dell’area geotermica. 

By