Daniele Chiarini in esclusiva a Pisanews presenta il derby del Foro: “Pisa è una piazza che va meritata. I tifosi spingeranno la squadra”

PISA – E’stato uno dei grandi protagonisti della stagione 2006-07 targata Piero Braglia dove il Pisa conquistò la serie B. Daniele Chiarini fu uno dei punti cardine di quella formazione oltre ad essere anche un doppio ex per avere indossato la maglia della Lucchese sebbene per sole nove gare.

image

Daniele Chiarini e’ nato a Bibbiena, in provincia di Arezzo l’11 aprile 1979, difensore alto cm.1,88 per 85 kg. Gioca attualmente a calcio in Eccellenza nel Foiano ed ha aperto una attivita di vendita e produzione nel campo della moda.

Ben ritrovato su Pisanews, Daniele e grazie di aver accettato l’invito: siamo un pò curiosi, cosa stai facendo attualmente?

“A livello calcistico, sto giocando in eccellenza, nella squadra del Foiano della Chiana, vicino ad Arezzo, mentre in precedenza sono stato alla Chianese, squadra di serie D. Diciamo che per questioni di lavoro mi sono voluto avvicinare a casa. Infatti ho aperto un ‘attività di produzione e vendita nel campo della moda, con punti vendita nelle zone di Arezzo, Montepulciano e Siena.

Ma non pensi a prendere il patentino per allenare?

“Ma io ho già il patentino di terza che mi permette di allenare fino alla serie D, però ti dico francamente,il mio lavoro sta andando bene e mi occupa spazio e non mi da tempo di seguire altro”.

Quindi, nemmeno il Pisa, tua ex squadra?

“Si, ultimamente non ho seguito le vicende nerazzurre anche se mi sono sempre informato sui risultati e poi con me porto di Pisa il ricordo dell’affetto della gente e dell’amore per i colori condiviso con i tifosi. Poi quello fu l’anno della promozione in B con Mister Braglia. Pisa è una città che ti da tantissimo se vede che ti impegni, perché ha una tifoseria da serie A. Certo che se poi le cose non vannonè chiaro che la gente protesta, ma anche questo è amore per i colori e per spronare la squadra a dare sempre il massimo. Ed a proposito di cio che ti sto dicendo, vorrei citarti un aneddotto”.

Prego Daniele dimmi pure…

“Noi nell’anno della promozione in B, perdemmo a Busto Arsizio 4 a 2 dopo che eravamo andati in vantaggio per 2 a 0. Io, tra l’altro non avevo giocato perche mi si era rotto il ginocchio. Insomma quella sconfitta contro la Pro Patria fu una disfatta in tutti i sensi. Ebbene malgrado cio al nostro rientro a Pisa ci furono un migliaio di tifosi ad applaudirci ugualmente. Ti racconto questo fatto Maurizio per farti capire che la tifoseria percepisce se una squadra è attaccata ai colori e da tutto al di là del risultato”.

Braglia è stato esonerato da pochi giorni,tu che rapporto hai avuto col mister grossetano?

“Un ottimo rapporto è un grande motivatore non conosco le motivazioni precise dell’esonero, ma son dispiaciuto per tale epilogo. Di me aveva stima tanto che dopo Pisa mi volle con se a Lucca, dove però in quella stagionendopo aver subito due operazioni a Pisa, ne subii una terza dopo 4 mesi di campionato”.

Ma a Lucca come ti sei trovato?

“A Lucca arrivai che non stavo bene, giocai solo 9 gare stringendo i denti, poi ci fu il fallimento e fu una debacle generale. Inoltre con la tifoseria lucchese non ho avuto lo stesso rapporto che ho avuto con i tifosi pisani”.

Ed ora al Porta Elisa Lucchese e Pisa si affronteranno in questo derby del foro, che gara prevedi?

“Anzitutto, speravo che il Pisa avesse una classifica migliore. Fatta questa premessa e’un momento delicato per i nerazzurri, non sarà affatto una partita facile i giocatori del Pisa dovranno assolutamente fare quadrato e cercare di vincere e saranno sicuramente supportati dal pubblico che arriverà da Pisa”.

Per concludere Daniele cosa vuoi dire ai tifosi pisani?

“Li vorrei solo ringraziare e dico loro di non mollare mai e di stare vicini alla squadra come hanno sempre fatto, per spronarla a dare il massimo. Ai giocatori del Pisa invece dico da ex giocatore nerazzurro che quando scendono in campo diano uno sguardo alla Curva Nord ed alla tifoseria pisana tutta, affinche capiscano, che il grande affetto che la gente di Pisa da a loro va assolutamente ricambiato non per 90′ ma addirittura per 100′ a cominciare dal derby di Lucca”.

You may also like

By