Dal campo. Tanto lavoro per Favarin e Cerminara. E da martedì…

PISA – Il caos societario blocca totalmente le operazioni di mercato e soprattutto rende difficile il lavoro di mister Giancarlo Favarin e del Dg Marco Cerminara. Intanto la squadra ieri ha svolto l’ultima seduta prima dei due giorni di riposo . Si tornerà a lavorare da martedì.

image

LAVORO DOPPIO. Il mister e il direttore, stanno cercando di mantenere la squadra isolata da queste difficoltà, intervenendo anche a risolvere situazioni non di loro competenza. Molti tesserati (ivi compreso parte dello staff tecnico) risiede ancora a Bientina (che è stata fino al 1 agosto la sede del ritiro del Pisa) presso l’Hotel Sextum, complicando gli spostamenti e i continui adattamenti sugli orari dell’allenamento da svolgere ogni giorno sul campo.

ATTACCAMENTO ALLA MAGLIA. Come succede spesso in questi casi, la squadra ha risposto alla grande, prodigandosi tra un aiuto e l’altro e dimostrando attaccamento ai colori nerazzurri, come si è visto dalle amichevoli estive. E’ chiaro che Favarin sta lavorando con il pochissimo materiale che gli è stato messo a disposizione. Servono 6-7 giocatori per completare la rosa. Non resta che aspettare, ma il tempo sta per scadere. Urgono rinforzi, anche alla luce delle vicende societarie.

POSSIBILI SCENARI. Nel caso in cui la trattativa con Lucchesi andasse in porto lo staff tecnico nerazzurro subirebbe uno stravolgimento generale. Favarin potrebbe cedere la panchina a Gennaro Gattuso, che sarebbe il prescelto, ma comunque non è detto che all’attuale tecnico e a Cerminara potrebbe essere offerto un ruolo all’interno della società. Secondo nostre indiscrezioni, se invece la società fosse ceduta alla cordata ligure Martedì, il Pisa potrebbe avere già 4-5 nuovi giocatori ed anche in quel caso potrebbe esserci uno stravolgimento a livello di staff tecnico.

By