Convegno dell’Associazione Vittime del Dovere al Giardino Scotto

PISA – Un nuovo contributo all’informazione e alla formazione realizzato dall’Associazione Vittime del Dovere, grazie al patrocinio del Comune di Pisa, attraverso cui sensibilizzare l’opinione pubblica, le istituzioni e la politica sulle difficili condizioni lavorative di quanti, vestendo una
divisa, si trovano ad affrontare pregiudizi, discriminazioni e gravi pericoli nello svolgere il proprio dovere al servizio dello Stato, al fine di garantire la sicurezza collettiva.

Il convegno dal titolo “Vittime del Dovere: disciplina, equiparazione e nuove frontiere normative” che si terrà nella splendida cornice dei Bastioni Sangallo – Giardino Scotto a Pisa il 2 ottobre prossimo è volto ad affrontare l’analisi della normativa vigente in materia di Vittime del Dovere, le sue criticità; nonché l’evoluzione giurisprudenziale.

L’evento vuole essere un’occasione per affrontare nuove e possibili evoluzioni della tutela ad oggi approntata dall’ordinamento, anche a fronte di sempre maggiori fonti di rischio e, infatti, non dimenticherà di approfondire poi le nuove prospettive di intervento, anche a seguito della pandemia, con una particolare attenzione all’evoluzione storico – scientifica in ambito di esposizione a sostanze nocive, il rapporto con le Forze Armate e le missioni compiute anche all’estero.

Il seminario si propone come spazio di discussione e di approfondimento tecnico-giuridico, stimolato grazie alla partecipazione di illustri professionisti, esperti nella materia, oltre all’intervento di rappresentanti di Istituzioni e Forze dell’Ordine, con l’obiettivo di realizzare un dibattito costruttivo da cui trarre spunti per nuove possibili proposte legislative.
Da sempre l’Associazione si fa portatrice delle istanze di equiparazione tra Vittime del Dovere, terrorismo e criminalità organizzata, anche attraverso la presentazione di numerosi Disegni di Legge.

La proposta di legge “Estensione alle Vittime del Dovere dei benefici riconosciuti alle vittime del terrorismo” (A.S. 876) che vede come primo firmatario il Senatore Gianmarco Corbetta, illustrata dalla nostra Associazione nella Sala Nassiriya del Senato il 24 gennaio 2019, è il primo progetto di legge in argomento veicolato durante l’attuale legislatura. Seguito da altre iniziative legislative di varie aree parlamentari, avendo favore e interesse politico trasversale, è attualmente bloccato da tempo,
purtroppo, presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica. Esso infatti presenta le medesime problematiche riscontrate dalle proposte parlamentari delle precedenti legislature, ovvero l’assenza di una quantificazione numerica degli aventi diritto e conseguentemente
l’impossibilità ad effettuare una congrua preventivazione delle relative coperture economiche.

Numerose inoltre sono le richieste formulate al Parlamento negli ultimi anni: necessità di garantire il rispetto della memoria delle Vittime; tutela dei diritti delle famiglie; reale e concreta applicazione della
normativa vigente; equiparazione tra varie tipologie di vittime; definizione di un nuovo ruolo delle vittime nel procedimento penale; certezza della pena; bisogno di verità e giustizia anche attraverso la desecretazione di documenti; posa di una stele marmorea e l’intitolazione di una sala alle Vittime del Dovere presso il Vittoriano; istituzione del 2 giugno quale giornata nazionale dedicata anche al ricordo del sacrificio delle Vittime del Dovere. Tutti questi aspetti verranno affrontati nella mattinata del 2 ottobre p.v., quando, a seguito dei saluti istituzionali, sarà dedicata particolare attenzione alla normativa delle Vittime del Dovere, agli attuali
orientamenti giurisprudenziali, agli approfondimenti sulle principali criticità normative e applicative, nonché alle proposte sul tema dell’ equiparazione tra le varie vittime.

Il pomeriggio invece sarà riservato al dibattito sui nuovi orizzonti normativi: le possibili soluzioni concrete e conseguenti azioni da proporre rispetto alle criticità dell’attuale impianto legislativo, la nuova tipologia di caduti a causa del Covid- 19 con la possibilità di riconoscimento quali Vittime del Dovere, oltre a spunti di riflessione sull’ampliamento del novero delle Vittime del Dovere e dei soggetti equiparati.

Il seminario prevede l’intervento di illustri esperti e professionisti che affronteranno numerosi aspetti del tema in argomento, moderati dal Prof. Francesco Cappello: Avv. Andrea Bava del Foro di Genova – “Evoluzione giurisprudenziale in materia di Vittime del DovereAvv. Sergio Bellotti del Foro di Roma – “La costituzione di parte civile nei procedimenti che vedono le Vittime del Dovere quali parti offeseDott.ssa Loretta Bolgan – “Le particolari condizioni ambientali e operative: il rischio derivante
dall’esposizione a particolari fattori dal possibile effetto patogeno

Avv. Paola Maria Di Luccia del Foro di Monza – “Vittime del Dovere: cenni storici sull’evoluzione normativa fino al DDL di equiparazione proposto dall‘Associazione Vittime del DovereProf. Gianluca Famiglietti, Professore di diritto Costituzionale, Università di Pisa – “La dimensione costituzionale del dovere

By