Consiglio Comunale, Progetto Caserme: “E’ fondamentale per Pisa”. Spiagge di ghiaia, entro l’estate il termine dei lavori

PISA – Molti gli argomenti nel consiglio Comunale di questo pomeriggio che ha preso il via con la risposta dell’assessore Andrea Serfogli sulla vicenda della spiaggia di ghiaia a Marina di Pisa, sollevata dal consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL). Si è parlato anche del Progetto Caserme e della centralina Arpat a Porta a Mare. Prossimo Consiglio Comunale martedì prossimo.

“L’esecuzione di questi lavori sta subendo dei ritardi – ha detto Serfogli – ma ribadiamo tutto il nostro impegno perché questi lavori, comunque, siano terminati prima dell’inizio della stagione estiva”.

CONTRATTO DIPENDENTI COMUNALI. Successivamente l’assessore Federico Eligi ha risposto al consigliere Amando Paolicchi (gruppo misto) sulla mancata applicazione del contratto decentralo per i dipendenti comunali. “Proprio ieri – ha detto Eligi – le parti si sono trovate e sono fiducioso che presto l’accordo verrà raggiunto”.

image

PARCHEGGIO VIA DELLE COLOMBAIE. Il Consiglio Comunale è poi proseguito con la vicenda, sollevata dal consigliere Ciccio Auletta (unacittàincomune-prc), del parcheggio di Via delle Colombaie, area aeroporto. “Il Comune – ha chiesto Auletta – ha mai rilasciato l’autorizzazione alla società “il Cancello Rosso srl” per svolgere un’attività di parcheggio in quest’area?”. ”Entro pochi giorni – gli ha così risposto l’assessore David Gay – avrò la relazione del Segretario Generale del Comune, e quindi sarò in grado di rispondere”. Una affermazione che però non è andata già all’esponete politico di unacittàincomue-prc. “E’ uno scandalo – gli ha infatti replicato Auletta – purtroppo non isolato, e le “non risposte” dell’Assesore Gay non fanno che aggravare una situazione ormai insostenibile per questa Giunta e per questa maggioranza”.

PROGETTO CASERME. La seduta del Consiglio Comunale è poi proseguita con alcune interpellanze, come quella del consigliere Ciccio Auletta (unacittàincomune-prc), sul tema se sta andando avanti il progetto della nuova caserma di Ospedaletto, costo 60 milioni di euro, in cambio della cessione al Comune delle caserme Bechi Luserna, Artale e Distretto Militare. “E’ fondamentale – così gli ha detto l’assessore Ylenia Zambito – per questa Amministrazione andare avanti con questo progetto e recuperare così, per la città, gli spazi di tutte queste tre caserme. Per noi è un impegno. Su Camp Darby, ha poi aggiunto la Zambito, si tratta di recuperare ad un uso sociale, su 809 ettari degli Americani, solo 6 ettari che, se verranno ceduti, andranno al Demanio Militare che, poi, potrebbe cedere alla città”.

SURROGA CONSIGLIERI CTP. Il Consiglio Comunale ha poi provveduto alla surroga di alcuni consiglieri dei CTP. In particolare il consigliere David D’Alesio (PD) è stato sostituito da Guido Cardini (PD) presso il Ctp 1, (litorale) e il consigliere Enrico Felloni (PD) è stato sostituito da Antonio Crudele (PD), sempre presso il Ctp 1.Infine, il consigliere Alessandro Bauer (FI-PDL) è stato sostituito da Michele Molino (FI-PDL), presso il Ctp 6, (S. Francesco, S. Maria, Porta a Lucca, Gagno).

PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE MARTEDÌ PROSSIMO. “Il prossimo Consiglio Comunale – ha infine detto il Presidente del Consiglio Comunale, Ranieri Del Torto – si terrà martedì 20 gennaio e non, come invece avviene di consueto, il giovedì di ogni settimana perché concomitante con un evento legato ad EXPO 2015 e i temi che saranno affrontati sono quelli legati alla fruibilità e gestione delle nostre Mura cittadine, questione sollevata dal consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL) e dalla consigliera Valeria Antoni (M5S), il Piano della Protezione civile e, infine, per iniziativa questa volta del consigliere Armando Paolicchi (gruppo misto), la questione di una piccola “rivoluzione” dell’apparato burocratico del Comune. Ad aprile, dopo il pensionamento del dirigente dei lavori Pubblici che avverrà entro febbraio, Antonio Grasso, andranno in pensione il direttore generale del Comune, Angela Nobile e il comandante dei Vigili Urbani, Massimo Bortoluzzi”.

CENTRALINA ARPAT PORTA A MARE. Dopo aver votato una mozione per il blocco degli sfratti nel caso della cosiddetta “morosità incolpevole” – in Consiglio Comunale è stata presente una rappresentanza del movimento dell’emergenza abitativa (vedi foto allegata) – il Consiglio Comunale ha poi votato la mozione, presentata grazie ad una petizione popolare – sono state raccolte oltre 150 firme, primo firmatario Maurizio Bini, ex consigliere comunale del Prc– che chiede il ripristino della centralina Arpat di via Conte Fazio nel quartiere di Porta a Mare soprattutto in considerazione dei nuovi insediamenti come Ikea e la Coop.

You may also like

By