Caso Ragusa: il supertestimone ha un nome: Loris Gozi

PISA – Il supertestimone del Caso Ragusa che rilasciò un intervista a “Chi l’ha visto?” a volto coperto ha un nome. Infatti ieri sera alla trasmissione su Rete 4 “Quarto Grado” Loris Gozi è uscito a volto scoperto.Nella notte della sparizione di Roberta Ragusa, tra il 13 e il 14 gennaio 2012, vide prima Antonio Logli fermo in macchina in via Gigli, e poco dopo un uomo e una donna litigare in strada. Abita proprio in via Gigli accanto ad Antonio Logli. Il giovane ha risposto alle domande del conduttore Salvo Sottile mostrandosi intimorito ma sicuro di ciò che ha raccontato agli inquirenti e a tv e giornali. Gozi, un giostraio, ha ripercorso tutti i momenti di quella sera, tornando a sottolineare ciò che era successo la mattina dopo, quando Antonio Logli aveva suonato alla sua porta con una foto della moglie in mano per chiedere se per caso l’avesse vista. Anche nel pomeriggio Logli è tornato a bussare alla porta, stavolta ha parlato con la moglie di Gozi, per chiedere ancora una volta se qualcuno avesse visto qualcosa. Una circostanza strana visto che è stata l’unica porta alla quale il marito di Roberta avrebbe bussato per avere notizie della donna scomparsa, una circostanza però che non appare poi così strana se si considera che Gozi è sicuro che quella sera Logli fermo in auto lo aveva visto mentre stava rientrando a casa in auto.

Ricordiamo che gli inquirenti considerano il testimone comunque attendibile, perchè ciò che ha raccontato, con il percorso fatto, è perfettamente confermato dalle celle agganciate dal suo cellulare lungo il tragitto che da Pisa, dove lavora la moglie, lo ha riportato a casa, in via Gigli. Tutto torna dunque, anche se il procuratore Ugo Adinolfi cerca qualche certezza in più, magari qualcuno che abbia assistito ad una fase cruciale di un probabile omicidio. Alla domanda, posta dal giornalista della trasmissione Salvo Sottile, se Antonio Logli fosse al centro dell’indagine, Adinolfi ha risposto lapidariamente: “Certamente sì”.

 

You may also like

By