“Fuori dall’emergenza”: mercoledì assemblea nell’aula magna di Scienze politiche sull’Universita’

PISA – “Fuori dall’Emergenza” – Costruiamo una via d’uscita dalla crisi dell’Università è il titolo di un assemblea prevista per Mercoledì 25 Novembre 2015 alle ore 15, presso l’Aula Magna di Scienze Politiche di via Serafini 8, Pisa.

Tre associazioni, rappresentative di studenti, giovani ricercatori e lavoratori dell’Università (Sinistra per…, ADI-Pisa e FLC-CGIL), iniziano un percorso di elaborazione collettiva per delineare una via d’uscita dalla crisi dell’Università, rifiutando ogni tentazione corporativa ed autoreferenziale.

L’Università Italiana è stata gettata in uno stato di crisi senza precedenti: tagli ai finanziamenti ordinari (meno 18% dal 2009), agli ingressi dei giovani ricercatori (-90% rispetto al 2006), ai finanziamenti al diritto allo studio. I sacrifici imposti da queste scelte politiche, che potremmo definire eufemisticamente discutibili, sono stati aggravati dalle scelte di governo del sistema accademico. I dati ci dicono, infatti, che la maggior parte dei “sacrifici” si sono concentrati su quelle componenti del sistema non rappresentate, o sotto rappresentate negli organi di governo delle Università: esplosione del ricorso a contratti non tutelati (+ 250% assegni di ricerca in 10 anni), contrazione delle borse di dottorato (meno 15% negli ultimi 7 anni), per arrivare ad una costante contrazione delle immatricolazioni, spingendo così l’Italia agli ultimi posti in ogniindicatore di qualità del sistema universitario e della ricerca nelle classifiche OCSE (OECD, 2014). Tra i parametri di valutazione delle performance però reggono i parametri di produttività scientifica che “miracolosamente” resistono (ANVUR, 2013)solo grazie al ricorso massivo al precariato universitario.

Come studenti, giovani ricercatori e lavoratori del mondo della conoscenza riteniamo che non se si possa uscire da questa situazione di gravissima difficoltà con singole rivendicazioni corporative. Questo tipo di rivendicazioni renderebbero troppo semplice il gioco a dividere le posizioni delle componenti, per non effettuare alcun cambiamento. Per questo abbiamo deciso di proporre un’uscita collettiva da questa crisi, per questo chiediamo ad ogni persona che vive con insofferenza la situazione del proprio dipartimento e della nostra Università in generale di attivarsi per essere il motore del cambiamento, collettivo.

ADI-Pisa (Asoociazione dottorandi e dottori di ricerca Italiani – Sede di Pisa), FLC-CGIL Pisa (Federazionme Lavoratori della Conoscenza -Pisa) Sinitra Per…

By