Benefici dell’olio CBD e diversi utilizzi

PISA – L’olio di CBD è un prodotto naturale e privo di effetti collaterali usato per favorire il rilassamento, combattere il dolore, trattare problemi della pelle e molto altro. Si tratta di un rimedio efficace contro svariati disturbi e utile per mantenere lo stato di salute psico-fisico.

Nell’articolo che segue ne scopriremo i diversi utilizzi.

Cos’è l’olio di CBD

Olio di Cannabis è un termine generico che indica qualsiasi tipo di olio estratto dalla pianta Cannabis sativa; è oggetto di interesse negli ultimi tempi poiché estremamente ricco di sostanze benefiche per l’organismo: vitamine, minerali, acidi grassi essenziali, flavonoidi, terpeni, cannabinoidi. L’estrazione dell’olio CBD può avvenire in diverse modalità, alcune migliori di altre; in ogni caso, acquistandolo negli store specializzati (sia fisici che online), si è sicuri di portarsi a casa un prodotto sicuro e di qualità, come l’olio al CBD su Justbob.

Trattandosi di un prodotto totalmente naturale, è ovvio che la sua composizione chimica cambi a seconda della pianta e le sue caratteristiche tendono a differenziarsi in base alle modalità di lavorazione che subisce, e anche in base alle parti della pianta da cui viene estratto.

La pianta può essere lavorata sia fresca che essiccata, ma ciò che davvero influenza la composizione chimica del prodotto finito è la parte della Cannabis che viene utilizzata: fiori o semi.

Solamente l’estratto dei fiori prende il nome di olio di Cannabis, mentre la sostanza che viene fuori dalla lavorazione dei semi viene chiamata olio di canapa.

Quest’ultimo si differenzia dall’olio CBD perchè, una volta raffinato, appare di colore più tenue (quasi trasparente) e risulta meglio conservabile; tuttavia, perde gran parte del suo valore nutrizionale.

Diverse tipologie di olio di CBD

Esistono tre diversi tipi di olio di CBD: olio di CBD broad spectrum, full spectrum e CBD isolato.

Vediamone insieme le caratteristiche:

  • Olio di CBD broad spectrum

L’olio di CBD broad spectrum ovvero ad ampio spettro, in cui l’estrazione permette di avere un olio completo ma purificato della sola componente psicotropa (THC-free).

In questo estratto sono presenti tutti i fitocannabinoidi della canapa come CBD, CBG, CBN, CBC, oltre a flavonoidi e terpeni.

  • Olio di CBD full spectrum

L’olio di CBD full spectrum ovvero a spettro completo, contiene altri cannabinoidi come CBDA, CBC, CBGA, CBN e CBCA, oltre, anch’esso a flavonoidi e terpeni. In molti ritengono che queste sostanze agiscano insieme creando “l’effetto entourage”, che provoca un risultato potenziato dall’azione sinergica dei vari elementi. La differenza tra Olio di CBD broad Spectrum e olio di CBD full Spectrum è che quest’ultimo contiene anche una piccola percentuale di THC (inferiore allo 0,2%) ma nonostante questo, risulta talmente bassa da non provocare effetti psicotropi percepibili.

  • CBD isolato

L’olio di CBD isolato ovvero olio di CBD puro perché in questo caso l’estrazione va a selezionare in maniera mirata il cannabinoide che si vuole prelevare. In questo estratto dalla pianta di canapa, il CBD purificato viene ridotto in cristalli puri al 99% e poi disciolto in oli vegetali. Risulta però, meno efficiente rispetto all’olio di CBD full spectrum poiché non crea “l’effetto entourage”.

Proprietà dell’olio di CBD

L’olio di CBD trova numerose applicazioni, ma la sua efficacia è dimostrata soprattutto per il rilassamento di corpo e mente, oltre che per alleviare alcune condizioni dolorose. Esistono

infatti, molti studi che evidenziano l’utilità dei cannabinoidi per trattare i dolori dovuti ad infiammazioni e neuropatie. I sintomi su cui agisce sono: dolore cronico, epilessia, convulsioni e ansia. Questo prodotto, quindi, è un potente analgesico e non ha alcun effetto collaterale. Poiché il cannabidiolo agisce sul sistema nervoso centrale, svolge un’azione miorilassante, permettendo di gestire meglio gli stati di agitazione e le tensioni muscolari.

L’olio di CBD trova applicazione anche a livello cutaneo, infatti, interagendo con il sistema endocannabinoide esterno, aiuta a lenire le infiammazioni della pelle ed è un ottimo antiossidante (previene, cioè, l’invecchiamento cellulare). È noto, infine, per le sue proprietà antiemetiche, quindi è particolarmente indicato per ridurre il vomito.

Sono molte, e molto importanti, le proprietà dell’olio di CBD, ma come si usa?

Come si usa l’olio di CBD

Esistono due modalità attraverso cui gli oli di Cannabis possono essere assunti: per via orale o vaporizzati tramite un dispositivo portatile, che scalda gli oli affinché rilascino cannabinoidi e terpeni. L’ingestione dell’olio resta comunque la soluzione migliore in termini di benefici e tempistiche: assumendo l’olio per via sublinguale, infatti, il CBD entra direttamente nel circolo sanguigno, senza disperdersi nello stomaco. La sua azione è però annullata dal fumo e dal cibo, per questo è consigliabile assumere l’olio di CBD lontano dai pasti.

Conclusioni

Esistono molte varietà di oli di CBD e di Cannabis, e scegliere quale utilizzare dipende molto dalle nostre esigenze, oltre che dalle reazioni del nostro organismo.

Concludiamo ricordandovi che l’olio di CBD trova applicazione anche nella cosmesi, come base per creme e prodotti per il corpo: un uso regolare dell’olio di CBD in ambito dermatologico permette, infatti, di affrontare e risolvere le problematiche legate ad impurità e sovrapproduzione di sebo, senza effetti collaterali.

By