Bastione del Parlascio, la soddisfazione dei consiglieri della Lega

PISA – Il futuro recupero del Bastione del Parlascio, uno dei luoghi simbolo della nostra città, ha suscitato la soddisfazione dei consiglieri leghisti, Maria Punzo, Annalisa Cammellini e Giovanni Pasqualino.

Il progetto multimediale del Bastione del Parlascio –  ha commentato la consigliera Maria Punzo, che è anche Presidente della Commissione Cultura del Comune – è  il punto di incontro fra passato e presente della storia di Pisa e  il sopralluogo del 7 Ottobre scorso è stato parte di un percorso che ha stimolato il progetto presentato dall’ Assessore alla cultura Pierpaolo Mugnani. I sopralluoghi, attività ordinaria della Commissione hanno come scopo quello di toccare con mano potenzialità inespresse della città, e stimolare un percorso virtuoso dell’Amministrazione comunale, come sta facendo, volto a recuperare e valorizzare luoghi di attrazione turistica e forte valenza culturale“.

Apprendo con soddisfazione le tempistiche per il recupero del Bastione del Parlascio – continua Giovanni Pasqualino – pochi mesi fa andammo come Commissione “cultura”, insieme all’Assessore Magnani a visitare la struttura nel suo interno, ahimè in totale stato di abbandono e degrado. Un luogo che seppur in condizioni pessime, ti immerge nella storia, un piccolo posto magico accompagnato da una splendida terrazza. Il fatto che l’Amministrazione comunale abbia deciso di creare un Museo digitale sulla storia di Pisa proprio al suo interno mi affascina molto, immagino quest’opera inserita in un percorso turistico collegata alle mura e alla nostra vicina Piazza del Duomo. Ringrazio inoltre la Fondazione Pisa che ha concesso un cospicuo contributo al Comune di Pisa per il recupero“.

Il Museo digitale del Bastione del Parlascio – conclude Annalisa Cammellini – ideato dall’Assessore Magnani è senza dubbio una valorizzazione per la nostra città senza precedenti che pone attenzione ad un legame sinergico tra architettura e cultura. Un viaggio virtuale della storia di Pisa al passo con i tempi che dà il via ad un’offerta turistica di alto livello. Come commissario della commissione cultura ringrazio l’Assessore Magnani per aver creduto in quest’ambizioso progetto e la Fondazione Pisa per averlo finanziato rendendolo reali“. 

By