Arrestata per furto alla Coin

PISA – Una pattuglia dell’Ufficio Volanti nella giornata di ieri, martedì 16 settembre, nel corso dell’ordinario servizio di controllo del territorio, alle ore 12.30 circa, si trovava a transitare in Corso Italia. Giunti all’altezza della COIN, gli agenti udivano il suono del segnale d’allarme delle barriere anti taccheggiò poste all’entrata dell’esercizio commerciale e notavano una donna che, frettolosamente, si allontanava verso piazza Vittorio Emanuele.

auto-polizia

Prontamente la stessa veniva fermata e sottoposta a controllo. Dagli accertamenti emergeva che la stessa si era appropriata di capi di vestiario per un totale di circa 600 euro. La dinamica del furto è comune. La ladra, P. M.L., italiana di 38 anni, si era rintanata nel camerino della COIN e aveva provveduto a rimuovere, forzandole, le placche anti taccheggiò (poi ritrovate) dai capi di vestiario, danneggiandoli. Strumento utilizzato per la forzatura si è rivelato essere una pinzetta per sopracciglia. Ulteriori elementi indiziari, che confermavano la colpevolezza della ladra, era l’inchiostro rosso contenuto nelle placche antitaccheggio che, se forzate, macchiano il capo di abbigliamento e le mani del ladro. Tuttavia la nostra aveva prontamente provveduto a pulirsi, grossolanamente, con una bottiglietta d’acqua. Tutto sembrava filare liscio, sennonché la vanità ha tradito la ladra. La stessa aveva rubato anche un rossetto che all’interno della confezione recava una placca magnetica anti taccheggio, la stessa che ha fatto scattare l’allarme. Da rilevare che la ladra aveva già precedenti specifici in materia, oltre che per stupefacenti. Avvisata l’A.G., questa ha convalidato l’arresto per furto aggravato in flagranza con violenza sulle cose, ma ne ha disposto l’immediata liberazione.

You may also like

By