Andrea Pieroni incontra i vertici del Ctt Nord

PISA – Il presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni, ha incontrato questo pomeriggio i vertici di Ctt Nord, l’azienda che gestisce il servizio a Pisa, Livorno e Lucca.

La discussione è partita dall’analisi della situazione riguardante i disservizi al trasporto urbano a Pisa: il presidente Pieroni ha sottolineato le problematiche manifestatesi nel corso delle ultime settimane e ha ribadito l’esigenza di livelli efficienti e sicuri del trasporto pubblico locale: gli enti territoriali – e in particolare la Provincia, a oggi titolare del contratto di servizio – non possono accettare interruzioni ingiustificate del servizio stesso.

Andrea Pieroni

Da parte propria, l’azienda Ctt ha dichiarato che la situazione di difficoltà è rientrata; e ha illustrato le iniziative adottate e quelle in atto per superare le criticità emerse, in particolare relativamente ai mezzi e all’organizzazione del servizio. Da questo punto di vista, l’incontro ha fatto emergere l’immagine di una struttura concretamente al lavoro per affrontare i nodi esistenti rispetto alle funzioni di propria competenza.

Sono stati poi affrontati i problemi della gestione 2013, con particolare riferimento alle relazioni sindacali per l’approvazione di un nuovo contratto collettivo integrativo e alle ridotte disponibilità finanziarie per sostenere i costi: Pieroni ha rivolto un invito a compiere ogni sforzo per la razionalizzazione della struttura e per il recupero di produttività da parte della nuova compagine societaria.

Quanto alla prevista, e non ancora avviata, gara regionale per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale, le parti si sono confrontate sugli aspetti più rilevanti di essa e sul percorso delineato dalla Regione Toscana, auspicando che sulle materie più critiche ci siano i necessari e tempestivi chiarimenti da parte della Regione stessa.

Per questo, Pieroni, anche come presidente Upi Toscana, ha annunciato la volontà di incontrare presto a Firenze le tre aziende di trasporto toscane e di proporre alla Regione un confronto collegiale con gli enti territoriali, le aziende di settore e i sindacati, al fine di condividere modalità e contenuti della procedura ad evidenza pubblica di scelta del nuovo gestore del servizio: il tutto nell’interesse collettivo degli utenti e dei cittadini.

By