Alessio Esposito a Pisanews: “A Pisa non sarà facile, ma faremo di tutto per non ripetere gli errori fatti con la Lucchese”

PISA – Andiamo a conoscere un altro giocatore della squadra del Gubbio che fa parte della cosiddetta “linea verde”. Si tratta del centrocampista di origine partenopea Alessio Esposito, nato nel capoluogo campano il 18 luglio 1994,alto cm.1,72 per 70 kg.di peso corporeo.

Tra l’altro, Esposito ha iniziato a giocare a pallone nella scuola calcio “Mariano Kelker”di Napoli, dove è stato direttore sportivo per diversi anni, l’ex terzino nerazzurro della serie B ed A ai tempi di Romeo, Giuseppe Volpecina. Sentiamo cosa ha detto a noi di Pisanews che lo abbiamo chiamato al telefono e che ringraziamo per lasua cordiale disponibilità.

Benvenuto su Pisanews, Alessio presentati ai nostri lettori..

“Ho iniziato a giocare alla Scuola calcio “Mariano Kelker” di Nàpoli dove come direttore sportivo c’era l’ex terzino del Pisa dell’era Anconetani, Giuseppe Volpecina. Li feci un provino e la scuola calcio si era accordata con il Lecce ed a Lecce ho avuto le mie prime avventure lontano da casa, sono stato tre anni nelle giovanili giallorosse salentine e poi sono andato a Sorrento in comproprietà e li son stato per due campionati dal 2011 al 2013, in seguito mi sono svincolato ed ho fatto una prova per il Gubbio ed ora sono di proprietà della società umbra”.

20140914-101549.jpg

ALESSIO ESPOSITO (foto tratta da penisolasport)

Che ambiente è quello della città di Sant’Ubaldo?

“Un ambiente decisamente sereno, dove non ci sono distrazioni, ideale per pensare solo ed esclusivamente al calcio”.

Veniamo a parlare di questa gara persa contro la Lucchese,una tua diagnosi?

“Sicuramente la Lucchese è una buona squadra, più organizzata rispetto a noi con elementi che hanno saputo vincere tutti i contrasti, abbiamo avuto difficoltà a contenere i giocatori rossoneri e sulle seconde palle eravamo sempre in ritardo, ma il Gubbio visto la scorsa domenica non è sicuramente il vero Gubbio”.

Ed il Pisa come te lo aspetti,invece?

“Mi aspetto una squadra preparata ed esperta del resto non potrebbe essere altrimenti con giocatori del calibro di Paci o Morrone. per dirne alcuni. Noi dobbiamo andare là concentrati per dare il massimo consapevoli che a Pisa non sarà un ambiente facile anche a livello di tifo ma noi ci applicheremo al massimo per non ripetere gli errori fatti con la Lucchese”.

Quali sono le tue caratteristiche tecniche e quale modulo di gioco ti e più congeniale?

“Mi trovo bene col 4 -3 -3 che è il modulo adottato dal Gubbio. Come caratteristiche sono una mezz’ala che sta a destra, sono un incontrista e la grinta è la mia peculiarità “.

Passiamo a parlare di questi orari “spezzatino”di questa C unica. Che opinione ti sei fatto?

“Indubbiamente non è una cosa comoda, ne per i tifosi e ne per noi giocatori, che troviamo difficoltà, però siamo professionisti e bisogna adattarsi”.

By