A lavoro nell’ex salone di bellezza già posto sotto sequestro. Due persone denunciate a piede libero

PISA – Sabato pomeriggio la Polizia Municipale, durante un controllo, ha sorpreso due uomini all’interno dell’ex salone di bellezza Maurizio Serretti in Via Crispi.

I due (un italiano senza fissa dimora e un rumeno accampato in una tenda nei canneti della golena d’Arno di Cisanello) erano intenti a svolgere quegli stessi lavori edilizi a causa dei quali l’ex salone era stato posto sotto sequestro.

In un primo momento i due si erano barricati all’interno senza aprire agli agenti, ma poi, compreso che tutte le uscite erano presidiate, sono usciti ed hanno fornito divergenti giustificazioni circa la loro presenza. Dopo avere dichiarato di avere ricevuto la chiave di ingresso dallo stesso titolare dell’attività, uno affermava di essersi recato “in visita al negozio in prospettiva di un futuro lavoro” e l’altro semplicemente “per passare del tempo”. Ma entrambi pero’ indossavano indumenti da lavoro ed erano chiaramente sporchi di calce fresca, oltre alla presenza di attrezzi e materiali per lavori edili all’interno dei locali. Entrambi sono stati denunciati a piede libero per violazione di sigilli, mentre il titolare è stato a sua volta denunciato per la violazione degli obblighi “del custode giudiziario del bene sequestrato”. Il titolare del salone di bellezza, dovrà inoltre rispondere dell’utilizzo di manodopera clandestina in un cantiere edile. I locali sono stati nuovamente chiusi con l’apposizione di nuovi sigilli.

Fonte: pisainformaflash.it

20140825-004550.jpg

You may also like

By