A Bergamo premiato il Teatro di Pisa assieme a quelli di Lucca e Livorno

PISA – Nel corso di una cerimonia al Teatro Donizetti di Bergamo, è stato consegnato a LTL Opera Studio  il prestigioso Premio della critica musicale “Franco Abbiati” per la categoria “Migliore iniziativa”: a ritirarlo, i direttori artistici dei Teatri di Livorno, Lucca e Pisa. Un riconoscimento che premia undici anni di intenso lavoro condotto insieme dai tre Teatri di Tradizione della Toscana e rafforza il progetto per il futuro. Nato nel 2001 per promuovere e valorizzare i giovani cantanti e maestri collaboratori attraverso accurati stage annuali mirati di volta in volta a una coproduzione finale, Opera Studio è stato sostenuto con convinzione negli anni dai Teatri e dai loro direttori artistici che si sono avvicendati, assumendo dalla stagione 2007/2008 l’attuale felice denominazione ed organizzazione quale “Laboratorio Toscano per la Lirica (LTL)”, diventando subito uno dei cardini del progetto di attività lirica regionale della Regione Toscana.

 

LTL si è così affermato come importante esperienza di perfezionamento e alta formazione per i giovani cantanti e per le professioni legate al teatro musicale e determinando un’esperienza, unica nel panorama nazionale delle stagioni liriche dei Teatri di Tradizione, di continuità fra i processi di perfezionamento artistico e produzione professionale. Elementi sintetizzati nella motivazione del Premio, concesso – si legge – “per il suo essersi posto dal 2001 ad oggi come iniziativa di riferimento territoriale nello sviluppo, produzione e promozione dell’opera in un’ottica di costante ricerca tra repertorio e titoli meno frequentati, l’attenzione ai giovani ed al contenimento dei costi senza venir meno alla qualità”. Caratterizzato da una concreta e feconda collaborazione e interazione fra i tre Teatri di Tradizione della costa toscana, Opera Studio ha proposto di anno in anno felici coproduzioni anche di opere meno frequentate e preparate in lunghi percorsi laboratoriali condotti da docenti di alta professionalità e volti a curare ogni aspetto della messa in scena, dal canto alla teatralità.  Da Il cappello di paglia di Firenze di Nino Rota del 2001 al recentissimo Napoli Milionaria ancora di Rota, ben undici sono i titoli che hanno caratterizzato il progetto e coinvolto registi e direttori di fama, con originali ed apprezzate produzioni di opere di Purcell, Haendel/Mozart, Gluck, Donizetti, Offenbach, Wolf-Ferrari, Brecht/Weill, Britten, Maderna, Bernstein. Grande è quindi la soddisfazione dei tre Teatri per il prestigioso riconoscimento considerato il premio italiano più importante in ambito musicale, ricevuto proprio nel momento in cui viene presentato ufficialmente il nuovo bando per audizioni di selezione dei partecipanti all’attività 2013 riservato a cantanti e maestri collaboratori. Titolo della nuova produzione, che vedrà la partecipazione del Teatro Coccia di Novara,  è Les Contes d’Hoffmann di Jacques Offenbach, in lingua originale. Il progetto è riservato a giovani cantanti lirici e maestri collaboratori (prioritariamente cittadini dell’Unione Europea) nei loro primi cinque anni di attività professionale. La selezione dei partecipanti al laboratorio sarà realizzata durante Audizione pubblica che si svolgerà nei giorni 25,26 e/o 28 giugno 2013; per segnalare la propria disponibilità a sostenere l’audizione i candidati dovranno inviare una richiesta via fax o via mail (non attraverso la posta) a uno dei seguenti numeri o indirizzi elettronici entro la mezzanotte del 19 giugno: Teatro di Pisa, fax 050.941253 – operastudio@teatrodipisa.pi.it; Teatro Goldoni Livorno fax  0586. 899920 – operastudio@goldoniteatro.it; Teatro del Giglio Lucca fax  0583.490317 – operastudio@teatrodelgiglio.it Tutte le informazioni relative al bando sono pubblicate integralmente sui siti dei rispettivi teatri.

By