Rozzio-Varela, il Pisa espugna Ferrara (2-1) e centra la grande impresa

FERRARA – Il Pisa espugna Ferrara (2-1) e centra la grande impresa. Un grande inizio di secondo tempo, dopo il vantaggio della Spal, danno ai ragazzi di Gattuso i tre punti. Rozzio e Varela firmano la grande rimonta.

di Antonio Tognoli

Miater Gattuso schiera un 4-3-1-2 iniziale con Varela alle spalle di Lupoli e Montella. Dal primo minuto il tecnico nerazzurro schiera Golubovic e Fautario come esterni. Spal in maglia biancazzurra, Pisa in completo rosso. I nerazzurri inizialmente tengono bene il campo. La prima conclusione in porta è della Spal (3′) ma il tiro di Di Quinzio è centrale e bloccato da Brunelli. Alla prima vera occasione la formazione di Semplici va in vantaggio (16′): angolo battuto da Di Quinzio e Mora salta indisturbato e da pochi passi anticipando Crescenzi e Verna e batte Brunelli sul suo palo che tocca ma non può evitare il gol del vantaggio della squadra di casa. Il Pisa accusa il colpo anche se cerca una lieve reazionE Mora viene ammonito per un fallo ai danni di Varela, ma la punizione liftata calciata dal l’uruguaiano si perde nella difesa spallina che respinge. Spal ancora pericolosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo (27′) botta da fuori area di Cottafava con la difesa nerazzurra che si salva in qualche modo. Lo stesso Cottafava (32′) finisce sulla lista degli ammoniti per un intervento pericoloso a gomito alto ai danni di Crescenzi su in azione d’attacco spallina. Un minuto più tardi contatto sospetto in area di rigore della Spal tra Lupoli (servito da una rimessa laterale di Golubovic) e Ceccaroni, ma l’arbitro dice che si può proseguire. Sul capovolgimento di fronte il Pisa rischia il raddoppio: Di Quinzio apre per Lazzari che con il destro lascia partire un rasoterra che sfiora il palo. Si va al riposo dopo due minuti di recupero con la Spal in vantaggio per 1-0. Un Pisa sicuramente sottotono. Nella prima frazione nessuna conclusione in porta per il Pisa. I nerazzurri però partono alla grande nella ripresa trovando subito il pari: angolo di Ricci e colpo di testa di Rozzio, che salta più in alto di tutti e batte (2′) Branduani: 1-1 e doccia gelata per il Mazza. Il Pisa sulle ali dell’entusiasmo gioca bene chiude la Spal nella propria metà campo e al 10′ trova anche il gol del vantaggio: Lupoli recupera una grande palla a centrocampo ed innesca Ricci, palla per Montella che di prima serve Varela che appena dentro l’area calcia di prima intenzione e mette alle spalle dell’ estremo difensore spallino: 2-1 ed esplode la gioia dei trecento tifosi nerazzurri. E nel frattempo Varela si gode il gol del vantaggio con balletto sudamericano incorporato. È tutto un altro Pisa quello della ripresa. Molto più sicuro di se la squadra di Gattuso, la Spal invece fa fatica. Gattuso inserisce Cani al posto di Montella, la Spal risponde con l’ingresso di Zigoni al posto di Cadtagnetti. Al 26′ si fa male Verna che dopo essere rientrato dalle cure a bordo campo è costretto ad uscire (29′) e a far posto a Provenzano. Anche Lupoli stanchissimo lascia il suo posto a Sanseverino. All’87’ Contropiede nerazzurro con Cani che serve Varela che lanciato solo soletto verso la palla sbaglia il controllo. Poco dopo l’uruguaiano si fa ingenuamente ammonire. Sono cinque i minuti di recupero. La Spal ci prova, si soffre fino all’ultimo istante. Ricci è colpito da una pallonata in faccia su un tiro di Mora e rimane a terra per qualche minuto. I nerazzurri coprono gli spazi, Cottafava a centro area tenta la deviazione vincente (49′) ma Rozzio fa da muro e salva tutto. Il fischio liberatorio arriva. Il Pisa compie l’impresa ed espugna Ferrara batte la capolista e aggancia il terzo posto.

A fine gara il presidente Fabrizio Lucchesi ha voluto dedicare la vittoria di Ferrara a tutti i tifosi nerazzurri e a Laura e Filippo Donati familiari dekl’indimenticato Ferdinando Donati.

SPAL – PISA 1-2

SPAL (3-5-2): Branduani; Silvestri, Cottafava, Ceccaroni; Lazzari, Spighi, Castagnetti (65′ Zigoni) Di Quinzio, Mora; Finotto, Cellini (82′ Ferri) A disp. Contini, Beghetti, Bellemo, Capezzani, De Vitis, Giani, Posocco. All. Leonardo Semplici

PISA (5-3-2): Brunelli; Crescenzi, Rozzio, Lisuzzo, Fautario; Golubovic, Verna (74′ Provenzano) Ricci; Varela; Lupoli (83′ Sanseverino) Montella (61′ Cani) A disp: Bacci, Forgacs, Dicuonzo, Starita, Peralta, Frugoli. All. Gennaro Gattuso

ARBITRO: Di Martino di Teramo

RETI: 16′ Mora (S), 47′ Rozzio (P), 55′ Varela (P)

NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Ammonito Mora, Cottafava, Lupoli, Varela. Angoli 12-3. Rec pt 2′, st 5′

By